La città di Atlantide Arte ambientale tra processi di democratizzazione e ornamento urbano

La città di Atlantide

Arte ambientale tra processi di democratizzazione e ornamento urbano

La città di Atlantide di Bignardi offre nuovi contributi allo studio dell’Arte ambientale, soffermandosi sia sui luoghi della contemporaneità che conservano le impronte di processi di democratizzazione dell’arte, sia su quelli segnati dall’omologante autoreferenzialità di una creatività che si fa ornamento, propria dei nostri giorni. È un percorso di scritture che documenta esperienze poco note: dalle sculture accolte nei centri direzionali delle nascenti capitali dell’economia europea agli interventi di operatività ambientale della Spagna moresca, dal Jardin des Arts della moderna Marrakech agli “interni” luoghi della memoria mediterranea e all’iperrealismo del Graffiti Writing contemporaneo, che ha invaso le periferie italiane. È anche l’occasione di un dialogo aperto con alcuni protagonisti della scultura contemporanea sulle prospettive di una rinnovata operatività ambientale e sul destino della città.

Book details

  • Publisher

  • Original text

    Yes
  • Language

    Italian
  • Publication date

  • Collection

About the author

Massimo Bignardi

Massimo Bignardi si è formato negli anni settanta all’Università degli Studi di Salerno con Enrico Crispolti. Insegna Storia dell’arte contemporanea e Arte ambientale e architettura del paesaggio presso l’Università degli Studi di Siena, dove ha diretto la Scuola di specializzazione in Beni storico-artistici. Tra le sue recenti pubblicazioni: Praticare la città (2013); Autoritratto urbano (2017); Siena laboratorio del contemporaneo (2018); Terrazze al sole (2019).

You will also like