Ecologie complesse Pensare l’arte oltre l’umano

Ecologie complesse

Pensare l’arte oltre l’umano

Read excerpt Download excerpt
Ecologie complesse è una raccolta di articoli dedicati al tema dell’arte e del postumano. Cinque dei contributi – di Alberto Micali e Nicolò Pasqualini, Edith Doove, Vincenzo Di Rosa, Federica Fontana, Massimiliano Viel – sono stati selezionati tra quelli già pubblicati nei numeri 10 e 11 della rivista “Scenari” nella sezione Fare il postumano e, ai fini di questa nuova pubblicazione, rivisti ed estesi. Due di essi sono stati appositamente tradotti in italiano ed è stato elaborato un nuovo articolo di Gabriela Galati, curatrice del volume. Il lavoro nasce da una riflessione necessaria e attuale sulla declinazione degli sviluppi teorici e critici del postumanesimo nelle diverse aree della pratica artistica ed estetica. La consapevolezza riguardo alla necessità di lavorare, sviluppare e mettere in pratica etiche, estetiche e politiche non antropocentriche si sta sicuramente diffondendo, ma il cambio di paradigma è ancora molto lontano dall’essere pervasivo.

Book details

  • Publisher

  • Original text

    Yes
  • Language

    Italian
  • Publication date

  • Collection

About the author

Gabriela Galati

Gabriela Galati è docente di Teoria e metodo dei mass media, di Culture digitali II, di Estetica dei New Media e di Fenomenologia dell’arte contemporanea II presso la NABA di Milano, nonché di Teoria e metodologia dei mass media presso l’IED di Torino. In passato ha insegnato Metodologia della ricerca presso l’Università di Buenos Aires e l’Università del Museo Sociale Argentino e Media Art Theory presso la Domus Academy di Milano. Ha pubblicato Duchamp Meets Turing (2017), scrive recensioni di libri su arte, filosofia, scienza e tecnologia per “Leonardo Journal” e collabora regolarmente con “AdVersuS” e “Acoustic Space Journal”. Ha recentemente curato i numeri 10 e 11 della rivista “Scenari” ed è cofondatrice e direttrice della galleria d’arte contemporanea IPERCUBO.

You will also like